Se ci meritavamo Sordi, non ci meritavamo Villaggio

Paolo Villaggio era un autentico autore satirico fin quando credette che il suo lavoro potesse contribuire a scuotere il piccolo borghese dalla sua miseria, a mutare l’orizzonte asfittico delle sue ambizioni da eterno subalterno più o meno entusiasta fino a spingerlo alla rivolta. Non ci riuscì e lo capì quando vide, parole sue, che il pubblico lo ringraziava perché con Fantozzi aveva creato un personaggio in cui era bello rispecchiarsi. Così verso i 50 anni passò dalla satira alla farsa, ma in concomitanza erano arrivati gli anni Ottanta e nessuno se ne accorse, come disse una volta il reverendo Lovejoy parlando delle sue origini di prete impegnato.
Forse in cuor suo Villaggio continuò a sperarci in un’Italia migliore (nel 1987 per 6 voti (sei!) non diventò deputato di Democrazia Proletaria e ci toccò Franco Russo), ma ormai il paese aveva preso la china che conosciamo, quella che nelle migliori delle ipotesi porta al “privilegio” di fare da triglia nell’acquario del Megadirettore galattico. Oppure il ribelle fantozziano a 5 stelle, che è quasi la stessa cosa.
Quando incontrai Villaggio, una dozzina di anni fa, appena dopo aver superato la sua enorme pancia, mi confermò a prima vista l’impressione di un uomo arreso a una realtà inferiore alle sue iniziali aspettative. Forse per questo, deluso, aveva evidentemente preso a darsi alla pazza gioia a tavola. In compenso invecchiando si prese il gusto e il lusso di non coltivare l’arte della falsità e dell’ipocrisia che caratterizza lo scintillante mondo dello spettacolo, e credo si divertisse pure a sabotare, con garbo, certe interviste o certe fiere della superficialità.
E allora, vadi Villaggio, vadi! Salutaci Faber e gli altri genovesi che (non) ci meritavamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...