E il broglio s’imbrigliò

schede elettorali

Alla notizia che i brogli elettorali dello scorso aprile dovevano partire da Catania, in tanti sono stati presi da stupore. Ma come, pensano i più, il milanese Berlusconi che affida i destini del suo governo a dei meridionali. E se lo sapeva Bossi? Evidentemente Berlusconi voleva approfittare dell’ictus che ha colpito il leader della Lega e affidare la cura dei suoi mali al solito Scapagnini. Non era infatti un mistero che Berlusconi ad aprile fosse affetto da ansia da prestazione elettorale acuta che lo stava mandando al collasso anzitempo e anziMontecatini. “Non fare sesso fino al 10 aprile”, aveva subito consigliato Scapagnini come scorciatoia per una vittoria sicura, ma Berlusconi praticamente non fa più sesso dal 1981 quando capì che per fare i miliardi doveva usare tutte le 24 ore che riserva la giornata.

Si pensò così a qualcosa di più scientifico e sottile: fare arrivare nei seggi etnei delle schede con la croce prestampata sopra il simbolo di Forza Italia. Se qualcuno protestava, si sarebbe detto che era un aiuto del comune per i poveri ipovedenti. Una volta spiegato il trucco a Scapagnini, il sindaco prima elogiò la trovata del cavaliere e poi commentò: ”Non ho capito come devo votare”. Era il chiaro segno che bisognava escogitare qualche altra cosa. Si arrivò all’idea delle schede bianche da contestare. Il ragionamento venne suggerito da Baget Bozzo. Poiché Forza Italia, spiegò il sacerdote azzurro, è un partito cristiano, e poiché nella bibbia viene vietato ai veri credenti di pronunciare e scrivere il nome di Dio, se ne deduce che le schede bianche sono attribuibili a Silvio Berlusconi, noto brianzolo figlio di Dio. Visto poi che i sondaggi davano per imminente la crocifissione di Berlusconi, parve un buon piano. Ma poi nei seggi si fece confusione e gli azzurri contestarono le schede bianche ma quelle per Bianco.

D’improvviso, vent’anni di rincoglionimento mediatico si ritorcevano contro il suo autore.

[Sorte Marziale di Marzio Barbulo]

per Spartacus. Periodico politico del Pdci di Catania n. 12, dicembre 2006.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...