Mostruosità (mostra e curiosità)

Nel lido di Venezia non cambia mai nulla, sembra quasi che tutti congelino tutto per 350 giorni all’anno fino ad una nuova mostra. Come le belle sale del palazzo del cinema o del casinò, notoriamente inutilizzate al di fuori della Mostra. Contrariamente a questa tendenza (che è più delle zone palustri che lagunari). CinemAvvenire venne fondata nel 1992 da un Gillo Pontecorvo che in questo modo portava a suo compimento un lungo processo volto a impedire che alla Mostra di Venezia non arrivassero più giovani. CinemAvvenire nasce quindi come una vera e propria frangia di resistenza a una alleanza eversiva del potere giovane nella settima arte. Una vera rifondazione giovanile della Biennale cinema deciso a contrastar il terrorismo matusa di un ancient regime che, ancora non se ne rendeva conto, ma era già destinato at declino. Alta vigilia della caduta delle torri gemelle e proprio quando lo splendido quarantenne Moretti diveniva presidente di giuria, CinemAvvenire ha deciso di intraprendere una nuova vita di fiera indipendenza in opposizione al miglioramento delle aspettative di vita che non posson che riportare in poco tempo ad una restaurazione dell’ancìent regime. Il 2002 è stato difficile, ma riuscitissime grazie ad uno scoppiettante dopofestival che ha rafforzato il convincimento che chi ci vuote male dovesse osar di più per vederci fuori laguna.Quest’anno una mano occulta sembrava esserci riuscita facendo si che i ragazzi di CinemAvvenire si ritrovassero senza un letto per dormire! Era stata progettata un’oasi, una comune, un villaggio dove predicar amore, pace e cinema d’autore con una forza che solo dei giovani che non si lasciano corrompere dai pressbook da casellario del casinò. Qualcuno che regnava sovrano sul teone d’oro negli anni ’80 ci ha sempre considerato de! clandestini che sbarcano sulle coste che furono della viscontìana morte a Venezia e, infatti, come clandestini c’è toccato sperar la prima notte, i CinemAvvenire boys han dovuto condividere insieme una sorta di palaBNL in tono minore che strizzava l’occhio all’8 e mezzo di Fefiini, con appena dei materassi a terra. Ci volevano fuori, ma siamo rimasti ed abbiamo dormito compatti (anche per sentir meno freddo) superato la notte del 25. Confortati da un seminarici sa Welles, confortati da un grande maestro che con Kane c’ha mostrato quanto un giovane può far tanto con poco, abbiam resistito e trovato alloggio presso delle suore canossiane. E i commenti politici non tardano ad arrivar. Per Lunardi presente alla Mostra il Lido deve imparar a convivere con CinemAvvenire, come la Sicilia con la mafia; mentre Fassino si augura almeno che i ragazzi di Pontecorvo possano aver degli ottimi pasti. Buttiglione dal Meeting di CL esulta e annuncia: “CinemAvvenire ha sposato le suore canossiane!”.

per CinemAvvenire.it daily

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...