La mia prima volta alla Mostra del Cinema di Venezia

Giunta alla sua nona edizione, la CinemAvvenire, associazione fondata e presieduta dal regista Gillo Pontecorvo, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione, ha selezionato, per concorso, 200 giovani fra i 18 e i 25 anni per partecipare alla 57a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia per promuovere la conoscenza e l’amore per il cinema tra i giovani e gli studenti, sia come spettatori che come possibili talenti. Tra i 200 giovani dell’edizione 2000 vi sono stati due palermitani, una nissena e il catanese Giovanni Bronzino, 18 anni, frequentante la Va M al liceo scientifico Galilei.

Che io potessi finire al Lido di Venezia per vedere la Biennale svolgendo un tema sulle peculiarità del cinema italiano e americano, non ci avrei mai scommesso. Eppure vincere CinemAvvenire 2000 è diventato per me realtà. Una realtà da sogno. Vuoi la scenografia unica al mondo della laguna, vuoi la magia del cinema, vuoi il mix di questi. Una combinazione che si ripete da decenni, ma che negli ultimi tempi era diventata inaccessibile ai giovani per la quasi improvvisa lievitazione dei prezzi di alberghi e ristoranti. Da qui Gillo Pontecorvo ebbe l’idea di fondare CinemAvvenire.
I miei 14 giorni al Lido iniziano con l’arrivo alla struttura ricettiva di Alberoni (le cui spiagge furono il set de “La morte a Venezia” di Visconti) il 28 agosto, e la sistemazione in enormi camerate dove col tempo ti accorgi che la privacy diviene un vago ricordo (prove generali da Grande Fratello?).
II tempo di pranzare in ristorante e, alle 18, si assiste alla proiezione al palazzo del cinema di “Orizzonti di gloria” di Stanley Kubrik, per poi l’indomani mattina aprire un seminario di lettura del film. Seminario ricchissimo di interventi e tutti mediati dal direttore di CinemAvvenire Massimo Calanca e la responsabile scuola e giuria Giuliana Montesanto. Poi nuova proiezione di “2001: odissea nello spazio” (in una rarissima copia 8mm) e nuovo seminario. Dal 30 agosto ha inizio la Mostra ed allora i 200 possono decidere se fare parte dèlla giuria CinemAvvenire o lavorare come giornalisti sul sito cinemavvenire.it o al quotidiano dell’associazione stampato in 2000 copie per tutti i presenti alla mostra. I giornalisti, tra cui io, avrebbero lavorato in uno stand allestito ai piedi del Casinò insieme ad aziende varie, come l’Asti spumante, nostro ubriacatore di fiducia.
Le proiezioni iniziavano alle 8,30 e terminavano alle 2,30 del mattino, praticamente no-stop, suddivise in sei sale. Da ricordare la sala Perla all’interno del Casinò, per le sue comodissime poltrone; da dimenticare la sala Excelsior, nell’omonimo hotel, per le artrosi che procurava. Bellissime le passerelle delle prime, pioggia permettendo, come anche gli incontri con i registi Robert Altman e Gabriele Salvatores riservati solo a noi 200, anche se molte star capitava di incontrarle per strada o di giocarci insieme al Casinò, come mi è capitato una sera con un abbronzatissimo Diego Abatantuomo. Solo 20 ragazzi hanno potuto partecipare ad una serata con Claudia Shiffer, ma detto fra noi dal vivo non è proprio una venere.
L’8 settembre festa finale di consegna dei premi CinemAvvenire al miglior film in concorso, I cento passi, alla migliore opera prima, Il giorno in cui sono diventata donna, al miglior film sul rapporto uomo-natura, Libertà, e per il premio “Il cerchio non è rotondo-Cinema per la Pace” La colpa a Voltaire. La consegna dei premi è stata seguita da un concerto dei Gazosa, gruppo rock di ragazzini under-12 francamente poco gradito da tutti, ma venivamo già da una serata in discoteca dove avevano ripescato I Righeira, i quali dopo tre canzoni hanno pure fatto un bis. No comment. Immaginate con quale allegria abbiamo lasciato Alberoni il 10 settembre. Ma con un esperienza del genere, posso assicurarvi, che si inizia l’anno scolastico con occhi diversi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...